Come scegliere una parete doccia

Il contatto freddo e inatteso della tendina della doccia che ti si incolla alla schiena non ti piace più come prima? Forse è ora di optare per una vera e propria parete doccia! Un vetro fisso, sia esso scorrevole o a battente, è infatti perfetto per isolare lo spazio della doccia, evitare di allagare casa ogni volta che ti lavi e offrire un tocco di stile in più al bagno. Tutte le info utili con la nostra guida!

1. Quali tipi di pareti doccia esistono?

Le pareti doccia sono diverse dai box doccia: anziché essere completamente chiuse, infatti, delimitano la doccia dal resto del bagno in maniera più fine e sono quindi ideali per una bella doccia a pavimento.

Naturalmente esistono diversi tipi di formati e pareti in grado di soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze. La parete doccia fissa è assimilabile a un muro, se non fosse che offre una separazione meno brutale e lascia passare la luce. Se opti per un vetro doccia fisso, dovrai tuttavia misurarne attentamente la lunghezza e l’altezza e calcolarne l’orientazione per evitare che l’acqua possa schizzare nel resto del bagno.

Una variante interessante è invece la parete fissa con battente che, come dice il nome stesso, offre un certo margine di manovra perché ruota attorno a un perno per chiudere lo spazio della doccia e prevenire il problema degli spruzzi. Questo modello può inoltre essere completato o sostituito da una vera e propria porta per cabina doccia.

La parete doccia scorrevole, infine, offre generalmente la possibilità di chiudere quasi completamente lo spazio e conquista tutti per la sua eleganza e la sua maneggevolezza.

2. Quali materiali scegliere

Sia che tu cerchi una parete per doccia a pavimento o per altri modelli, i materiali utilizzati sono gli stessi e sono pensati per garantire la sicurezza dell’utente. Quasi sistematicamente, infatti, il vetro è di alta qualità ed è progettato per resistere sia al caldo che agli urti. Ovviamente è lo spessore della parete di vetro a determinarne la resistenza e idealmente deve essere compreso tra 4 e 8 millimetri.

Il vetro di sicurezza, inoltre, è disponibile in vari gradi di opacità, che vanno dal trasparente allo smerigliato o satinato. Altra opzione che può contribuire a preservare la propria intimità, aggiungendo un tocco di stile in più al bagno è poi quella del vetro serigrafato o ornato con motivi decorativi.

Infine esistono pareti doccia anche in PVC o in acrilico, tuttavia sono sempre più rare, perché questi materiali sono meno resistenti e esteticamente meno belli rispetto al vetro di sicurezza.

3. Quali misure scegliere per la parete della doccia

Innanzitutto è sconsigliabile optare per una parete doccia fino al soffitto, perché è sempre meglio lasciare un’apertura per far uscire il vapore e evitare l’effetto “sauna”.

Le misure disponibili per la parete doccia a soffitto sono tuttavia molte e si adattano a ogni tipo di doccia, con altezze che vanno ad esempio dai 180 ai 210 centimetri. Per quanto riguarda la larghezza, invece, si va dai 70 - 80 centimetri per le docce più piccole, fino ad arrivare ai 140 - 150 centimetri per coloro che amano avere spazio anche durante le abluzioni mattutine.

4. Quali accessori scegliere

Le pareti in stile moderno spesso offrono tutta una serie di accessori inattesi. Se ad esempio vuoi creare un’atmosfera davvero calma e rilassante, scegli uno dei numerosi modelli con LED integrati! Questi tipi di vetri illuminano l’interno della doccia e offrono un’esperienza innovativa, creando begli effetti di luce che permettono di rilassarsi mentre ci si lava.

Alcuni modelli di fascia alta integrano addirittura una soluzione di riscaldamento che fa sì che la parete emani calore per far salire la temperatura ambiente di qualche grado e permettere di uscire dalla doccia nel modo meno traumatico possibile...

5. Prezzi

Dalla parete standard in vetro smerigliato ai modelli più esclusivi con luci led o altre funzioni di pregio, i prezzi in materia di pareti doccia sono estremamente variabili.
Per chi ha meno disponibilità, un budget compreso tra 100 e 199€ può tranquillamente bastare per dire definitivamente addio alla tendina. Per le pareti più belle, invece, possono essere necessari fino a 400 - 500€.
 

Scopri anche:

Guida all'acquisto
Guida all'acquisto
Guida all'acquisto